venerdì 19 luglio 2024
  aggiornamenti

Ancora una volta Dakar Guadalupe, il record più ambito

Tullio Picciolini e Gianmarco Sardi hanno presentato la loro sfida alla Dakar Guadalupe

Sulla destra Tullio Picciolini, sulla sinistra Gianmarco Sardi
Sulla destra Tullio Picciolini, sulla sinistra Gianmarco Sardi
Pardo Pardo Pardo
PUBBLICITÀ
Roma – Ieri nella sala conferenze del Porto Turistico di Roma, Tullio Picciolini e Gianmarco Sardi hanno presentato Ocean Cat, la loro sfida al record di traversata Atlantica da Dakar a Guadalupe su di un cat non abitabile.

I due navigatori romani navigheranno per 2551 miglia per unire idealmente le due coste dell’oceano. La Dakar Guadalupe in cat sportivo è una delle sfide più dure che possa sopportare un uomo.

Tra i 10 e i 14 giorni di navigazione a bordo di una piccola barca di 6 metri composta da due scafi di carbonio con al centro due grandi reti a fare da pavimento. Due settimane passate all’aperto in qualsiasi condizione di vento e di mare, senza poter cucinare, dormire, rilassarsi. Costantemente legati i due navigatori dovranno abituarsi a convivere con un elevato livello di pericolo, dovranno portare i loro sensi al massimo delle capacità per riuscire a captare i pericoli prima che questi diventino reali.

Picciolini, non è nuovo a questa impresa, già nel 2007 aveva provato a stabilire il record insieme a Matteo Miceli che lo aveva creato nel 2005 insieme ad Andrea Gancia, record che gli era stato tolto dalla coppia francese Pierre-Yves Moreau e Benoit Lequin. I due, purtroppo scuffiarono e non furono in grado di riportare la barca in posizione e dovettero lanciare il mayday.

Picciolini ha al suo attivo sei traversate oceaniche tra Atlantico e Pacifico, fatte in coppia o in equipaggio.

Gianmarco, insegna vela in uno dei circoli più quotati della capitale, il 3V di Bracciano. Ha un’esperienza decennale in catamarani sportivi e ora si è avvicinato anche ai Mini 650 con uno dei quali, nel 2021, parteciperà alla Minitransat.

Ocean Cat, è il nome del progetto per la conquista del record e anche quello della loro barca. La barca, tutta in carbonio e con 14 scomparti stagni, è quella utilizzata da Vittorio e Nico Malingri l’anno scorso per conquistare questo stesso record che ancora detengono.

© Riproduzione riservata

SVN VIAGGI SVN VIAGGI SVN VIAGGI
ARTICOLI DI VIAGGI
WhatsApp SVN WhatsApp SVN WhatsApp SVN
CANALE WHATSAPP