giovedì 20 gennaio 2022
SVN SUPPORT
  breaking news

Matteo Miceli passa l’equatore

Tutto procede nel giro del mondo di Miceli, ieri c’è stato il passaggio dell’equatore

Atlantico centrale - Dopo la riparazione della staffa che reggeva il pilota automatico che lo ha costretto ha una sosta in mare aperto, Matteo Miceli ha ripreso la navigazione e ieri ha passato l’equatore. L’Eco 40 di Miceli procede a circa 7,7 nodi.

Matteo Miceli è partito lo scorso 19 ottobre dal porto di Riva di Traiano in provincia di Roma per il suo giro del mondo in solitaria in autosufficienza alimentare a bordo della sua nuova barca Eco 40, un Class 40 da lui costruito.

Matteo sulla sua pagina facebook scrive: "Il vento è calato e riesco a stringere meglio, ma non ha girato viene sempre da 120/130° 14 nodi, vado per rotta 200° e se non gira scado un po’ sulla rotta disegnata. Pazienza! Ancora qualche violento temporale con raffiche ma in miglioramento. La mia velocita di 7/7,5, 1009.5 aria 30°, acqua 26°, cielo nuvoloso.

Finalmente ho trovato la piccola prolunga che Ivan (amico di Matteo che ha aiutato Matteo per i lavori a bordo di Eco40) ha fatto all'ultimo momento, non era catalogata ma stava tra le sacche intorno alla colonna. Sono finalmente riuscito con la padellina a mangiare comodamente fuori, ho mangiato il primo pezzo di tonno ben congelato e l'ho cotto bene.

Ora è calata un po’ l'aria ma non ha ancora girato e sto puntando una piccola isoletta dell'arcipelago de Fernando de Noronha...è domenica anche per me ...mi fermo, una bella cenetta e si riparte.

Le due pollastrelle (Miceli ha con sé due galline che hanno il compito di fornirgli uova fresche) mangiano come due elefanti e producono poco, oggi però mi hanno regalato un altro uovo.
"

In 28 giorni di navigazione le galline di Matteo hanno prodotto 12 uova, circa uno ogni due giorni e dal piccolo orto ricavato sulle terrazze, si è ricavato circa un piatto di germogli ogni 2 giorni.

Per il resto Matteo mangia pesce e cerca di attenersi il più possibile al suo programma di autosufficienza alimentare e energetica. Della riserva portata a bordo, il navigatore ha consumato solo una scatola di 9 barrette e 5 buste di liofilizzato.

© Riproduzione riservata

Lascatutto Lascatutto Lascatutto
ADVERTISEMENT

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

CATEGORIE ARTICOLI

Welcome Back!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?