SVN logo

François Gabart e Pascal Bidégorry, primi classe Ultime alla Transat Jacques Vabre

Il grande trimarano da 100 piedi, Macif, ha tagliato il traguardo sabato mattina alle 5:59 ora di Itajaí

Torqeedo
ADV
Itajaí, Brasile – E’ iniziata la grande festa per l’arrivo del primo concorrente della Transat Jacques Vabre, Macif, il trimarano di 100 piedi disegnato da VPLP e condotto dalla coppia François Gabart e Pascal Bidégorry che sabato mattina alle 5 e 59 (ora di Itajaí) ha tagliato il traguardo della dodicesima edizione della Transat Jacques Vabre.

12 giorni, 17 ore e 29 minuti in mare, il tempo impiegato da Macif per percorrere la distanza di 6.340 miglia che separa Havre, in Francia, da Itajaí, in Brasile, rotta percorsa a una media di 20,75 nodi.

Macif non ha, dunque, battuto il record stabilito dalla coppia Sebastien Josse e Charles Caudrelier nell’edizione del 2013, quando con il trimarano MOD 70 Edmond de Rothschild impiegarono 11 giorni, 5 ore e 3 minuti a fare lo stesso percorso. Record che, in condizioni meteo diverse, sarebbe stato ampiamente alla portata di Macif.

Secondo e unico concorrente rimasto in gara nella classe ULTIME, quella dei mega trimarani, Sodebo che è arrivato qualche ora dopo Macif.

Novecento miglia più a nord, continua la regata di Pedote che, insieme al suo coo-skipper, Erwan Le Roux conduce la classe dei Multi 50 nella quale su quattro concorrenti ne sono rimasti in gara tre. A inseguire FénetreA Prysmian c’è Arkema a poco meno di 400 miglia di distanza, che però continua a recuperare acqua e Ciela Village a circa 50 miglia da Arkema.

In classe IMOCA conduce PRB di Vincent Riou e Sébastien Col che viaggiano a fil di ruota del trimarano di Pedote. A inseguire PRB da vicino troviamo Banque Populaire VIII.

Nei Class 40, primi Yannick Bestaven e Pierre Brasseur su Le Conservateur. La flotta dei 40 si trova ancora al centro dell’Atlantico a circa 110 miglia a sud delle isole di Capo Verde

http://tracking.transat-jacques-vabre.com/en/

© Riproduzione riservata