SVN logo

L’Italia non è pronta per la Volvo Ocean Race, parola di presidente della FIV

Il Presidente della FIV dichiara che non vede la possibilità che l’Italia partecipi alla Volvo Ocean Race

Abbonamenti SVN
ADV
Roma – Durante la conferenza stampa di presentazione della Volvo Ocean Race, tenutasi a Roma martedì scorso, il Presidente della FIV, Carlo Croce, ha escluso che l’Italia sia in grado di partecipare con una sua barca e un suo equipaggio alla Volvo Ocean Race nelle prossime edizioni.

Più avanti, nella stessa conferenza, scherzando con il Commodoro dello Yacht Club Costa Smeralda, Riccardo Bonadeo, probabilmente per mitigare l’affermazione forte fatta in precedenza, il Presidente Croce dice che nel 2017 l’Italia potrebbe partecipare alla Volvo con uno sforzo comune tra Circolo Aniene, ospite della conferenza stampa, lo Yacht Club Italiano, presieduto dallo stesso Croce e dallo Yacht Club Costa Smeralda.

Il giudizio deciso di Croce sull’impossibilità di partecipare alla Volvo Ocean Race deriva dalla sua convinzione che non sia possibile trovare sponsor che abbiano la capacità e l’interesse per finanziare quanto necessario alla partecipazione di un team nazionale alla Volvo Ocean Race.

In Italia, inoltre, sempre a giudizio del Presidente della FIV, non ci sarebbero un numero di velisti al livello della Volvo Ocean Race sufficiente a formare un team.

Il Commodoro dello Yacht Club Costa Smeralda ha concordato con Croce, dicendosi anche lui convinto che, al momento, in Italia non ci siano le condizioni per pensare a una partecipazione diretta di un equipaggio italiano a una delle prossime edizione della Volvo Ocean Race.

In ultimo, però, il Presidente ha voluto dare un filo di speranza per il futuro un po’ più lontano sottolineando come, la vela italiana, stia vivendo un momento di grande fermento con molti giovani che stanno crescendo molto bene e che cominciano a mettersi in evidenza per le loro capacità.





© Riproduzione riservata