SVN logo
SVN solovelanet
lunedì 30 novembre 2020

Tutti insieme appassionatamente

Presentati ieri a San Francisco gli otto team che si affronteranno nell'America's Cup World Series. Un nono consorzio sarà annunciato la settimana prossima

Abbonamenti SVN
ADV
San Francisco – Che la nuova Coppa America abbia inizio. Ieri, infatti, sono stati presentati ufficialmente a San Francisco gli otto team (se ne aggiungerà un nono) che parteciperanno all'America's Cup World Series, il circuito che partirà ad agosto e vedrà protagonisti i nuovi AC 45. A fare gli onori di casa è stato Iain Murray, direttore generale dell'America's Cup Race Management. “Siamo davanti a una entry list assolutamente globale – composta da un mix di team consolidati e da alcune novità nell'ambito dell'evento più importante per la vela. La visione che è alla base della nuova Coppa America ha creato l'opportunità per equipaggi provenienti da Asia, Europa, Oceania e Nord America di iscriversi e gareggiare in un evento caratterizzato da un format stimolante”.
Il primo appuntamento con l'America's Cup World Series è fissato per il 6 agosto a Cascais, in Portogallo. Poi, la flotta si sposterà a Plymouth, in Inghilterra, il 10 settembre, e quindi a San Diego in una data ancora da definire. All'evento di ieri erano presenti i rappresentanti di Oracle Racing, China Team, Team Aleph, Energy Team, Emirates New Zealand, Artemis, Team Korea e Venezia Challenge. Un nono team sarà annunciato giovedì prossimo. “La nuova formula – ha detto Dario Valenza, operation manager di Venezia Challenge – è davvero emozionante ed è in grado di attrarre sponsor e pubblico. Venezia Challenge lavorerà a una campagna che in Italia sarà basata sull'utilizzo delle tecnologie mobili, della tv e della radio. Gestirà inoltre un villaggio che toccherà le principali città per coinvolgere il mercato di massa, non solo gli appassionati di vela. Tecnicamente stiamo parlando di un gioco equilibrato, che rimette sotto i riflettori la vela e l'aspetto prettamente agonistico: le barche sono entusiasmanti, il formato assicura regate molto combattute e le limitazioni imposte al design delle barche garantiranno il contenimento delle spese. Il nostro team sta prendendo forma ed appare già formidabile, un mix di persone con le quali è davvero un piacere lavorare”.