SVN logo

Alex Thomson con Hugo Boss cavalca la tempesta Theta

Alex Thomson scatenato in Atlantico, da leader in classifica del Vendée Globe con la sua Hugo Boss cavalca la tempesta Theta

Abbonamenti SVN
ADV
Alex Thomson come una furia cavalca Theta e con la sua Hugo Boss, da leader in classifica del Vendée Globe, si sta dirigendo dentro la tempesta tropicale.

Una scelta importante quella del britannico, che ha deciso di non strambare e di passare ai limiti del centro depressionario dove sono previsti venti anche oltre i 50 nodi.

Nella partita a scacchi che si sta giocando nel nord Atlantico è la mossa più azzardata che l’inglese potesse prendere: incontrerà venti molto forti, ma saranno al lasco, e sarà la barca che percorrerà meno miglia per contornare la depressione.

Ci sono ottime possibilità che Alex uscirà da Theta con un importante bagaglio di miglia di vantaggio sugli inseguitori.

Siamo giunti a uno dei primi snodi importanti della regata.

Chi riuscirà a cavalcare la tempesta senza rompere nulla andrà in fuga, chi invece arriverà in ritardo vedrà i suoi avversari scappare via. Dietro la tempesta si formerà una grande zona con pochissimo vento. Giancarlo Pedote su Prysmian Group è al limite tra riuscire ad agganciare la coda della depressione e mancarla.

Lo skipper fiorentino, in 16ma posizione e a 170 miglia da Thomson, dovrà marciare forte nelle prossime ore per restare in scia e proseguire così a una distanza ancora accettabile dal gruppo di testa.

La sensazione è che Pedote abbia leggermente rallentato stanotte, probabilmente per prudenza, le prossime ore saranno decisive per capire gli esiti della sua scelta.

Dalle ultime 24 ore di corsa è emersa nettamente la personalità di Alex Thomson, che si è preso in carico il suo ruolo di favorito dopo l’uscita di scena di Jérémie Beyou, e sta letteralmente dando spettacolo. Chirurgiche le traiettorie di Hugo Boss dentro i sistemi meteo che sta attraversando.

Se gli riuscisse anche il “colpo” dentro la tempesta Theta la sua leadership in classifica potrebbe diventare decisamente solida.

Alle sue spalle insegue Jean Le Cam che con Le Roi, un’Imoca di vecchia generazione, sta facendo una regata importante.

Più cauti Apivia, PRB e Linkedout che approcciano Theta da una posizione più esterna per evitare i venti più forti.

Le prossime 24 ore saranno decisive per vedere gli effetti di quest’importante depressione sulla flotta.