SVN logo

Vendee Globe: Pedote doppia Capo Horn con Prysmian

Giancarlo Pedote, unico skipper italiano in questa edizione del Vendee Globe, è rientrato in Atlantico doppiando il mitico Capo alle 2,12 nella notte italiana dopo 57giorni 11 ore e 52 minuti

NSS
ADV
Questa notte il tricolore all’Horn lo ha riportato Giancarlo Pedote, che alle 2,12 italiane ha doppiato Capo Horn in nona posizione, con tanto di sorpasso in classifica su Boris Herrmann.

Non accadeva dal 2013 che un italiano doppiasse, in regata, al Vendée Globe, Capo Horn. Allora era stato Alessandro Di Benedetto, anche se la sua barca portava bandiera francese. Per una barca tutta italiana dobbiamo tornare indietro fino alle imprese di Giovanni Soldini (che però non ha mai preso parte al Vendée Globe), Pasquale De Gregorio e Simone Bianchetti.

Le condizioni in cui Pedote ha doppiato l’Horn erano decisamente “sportive”, con 40 nodi di vento e onda molto formata, e Prysmian è passata a velocità sostenuta per portarsi via con rapidità dalla zona e andare verso acque più tranquille.

Già da queste ore lo skipper fiorentino beneficerà della protezione della costa che almeno in parte aiuterà ad avere un mare più regolare e condizioni di vento facilmente gestibili per questa primissima parte di risalita dell’Atlantico. Prysmian Group naviga a 769 miglia dal leader Yannick Bestaven, in nona posizione, con la possibilità in Atlantico di recuperare ancora posizioni, soprat-tutto quando aggancerà gli Alisei.

Yannick Bestaven su Maitre Coq sta per approcciare un vasto anticiclone che lo rallenterà, e cercherà di aggirarlo da est, con Charlie Dalin staccato di 209 miglia alle sue spalle che sta provando a tagliare maggiormente la rotta correndo il rischio di entrare ancora di più dentro l’anticiclone rispetto allo skipper che guida la classifica.

Scelta opposta invece per Thomas Ruyant che ha deciso di passare a ovest dell’alta pressione, con una percorrenza che sarà maggiormente di bolina.

Insomma nel sud Atlantico sarà una bella partita a scacchi, anche perché il gruppo degli inseguitori con i vari Seguin, Le Cam, Burton e compagni sono lanciati sulla scia dei fuggitivi come una muta di cani da caccia, e sono tutti ormai rientrati in Atlantico.

___

Vendée Globe 2020/2021, la nona edizione, 33 skipper, più di 25 mila miglia intorno al mondo, in solitaria e senza assistenza, su prototipi di carbonio iper tecnologici, molti dei quali dotati di foil.

Il record da battere è quello registato da Armel Le Cleac’h su Banque Populaire nel 2016 con il tempo di 74 giorni 03 ore 35 minuti e 46 secondi.


© Riproduzione riservata